Image Description
Image Description
I Cottage Prenota il tuo soggiorno
Image Description
Scopri il ristorante Prenota il tuo tavolo Menù Menù Della Domenica
Image Description
Spa e benessere Equitazione Piscina Mini Club Cooking Class Fattoria Didattica
Image Description
Image Description
Image Description
Image Description
Image Description

Scopriamo la frutta di stagione del Lazio

Scegliere la frutta di stagione del Lazio significa assicurarsi gusto e genuinità, ma anche risparmio economico. Una buona pratica che aiuta anche l’ambiente, perché non deve essere conservata per molto tempo e trasportata per diversi chilometri. Un principio che la Società Agricola La Cerra segue per la produzione di frutta e verdura da uitlizzare per i piatti del proprio ristorante.

La frutta di stagione del Lazio è tutta da provare, rigorosamente nel periodo giusto!

Perché mangiare di stagione

Rispettare i ritmi della natura permette di ottenere frutti migliori, più saporiti e nutrienti. Ma è anche una scelta salutare, perché variare gli ingredienti a tavola dà all’organismo tutti i principi nutritivi di cui ha bisogno. Verdura e frutta di stagione non necessitano di tecniche particolari per crescere, né di viaggiare per lungo tempo, conservate in celle frigorifero.

Nei supermercati si può trovare ogni tipo di frutta durante tutto l’anno, per cui imbattersi in alimenti non di stagione è diventata ormai la norma. Ma è una possibilità che fa lievitare i costi. Le spese, che vengono poi caricate sul prezzo finale, riguardano la coltivazione, spesso in serra o con l’utilizzo di additivi; la conservazione e infine il trasporto, da altre regioni d’Italia o dall’estero, per arrivare nei vari negozi. Invece gli alimenti stagionali costano meno e sono amici dell’ecosistema e della biodiversità.

Preferire la filiera corta e la frutta a km 0 offre maggiori garanzie di freschezza e bontà. Per questa ragione La Cerra si dedica alla coltivazione dell’orto con passione, sempre seguendo la stagionalità di ogni tipo di ortaggio, verdura o frutta. Una selezione di confetture e l’olio prodotto con le olive del raccolto, insieme anche ai salumi dell’allevamento, sono disponibili presso il chiosco chiamato “Punto Genuinità”.

Frutta di stagione del Lazio: autunno e inverno

Quali sono i frutti di stagione del Lazio? In autunno, tra settembre e ottobre, è possibile trovare mele, pere e uva. Le mele sono perfette per uno spuntino e contengono buone quantità di fibre, potassio e vitamina C. Le pere hanno un basso indice glicemico e sono, come le mele, ricche di fibre. L’uva può vantare elementi antiossidanti ed è tra la frutta più zuccherina.

Con l’avanzare dei mesi, quindi tra ottobre e marzo, arrivano kiwi, limoni, arance, pompelmi e mandarini, la frutta di stagione del Lazio che ci fa compagnia per quasi tutto l’inverno. Gli agrumi sono famosi perché contengono bune quantità di vitamina C e di sali minerali, mentre i kiwi contengono antiossidanti a sono indicati in caso di stipsi.

Frutta di stagione del Lazio: primavera ed estate

Durante la stagione primaverile, tra aprile e maggio, a farla da padrone sono le fragole e le ciliegie, oltre ancora ai kiwi. Frutta particolarmente golosa, ideale anche per realizzare dolci e confetture. Le fragole contengono buone quantità di fibre, potassio, manganese e vitamina C. Le ciliegie sono ricche di vitamina C, magnesio, potassio e rame, ma sono tra i frutti più calorici.

Durante l’estate, quindi tra giugno e settembre, resistono le fragole e in parte le ciliegie; fanno il loro (trionfale) ingresso a tavola e in cucina fichi, lamponi, meloni, pesche, albicocche, angurie e uvaspina. Un vero e proprio trionfo di gusto e di colori, con della frutta di stagione rinfrescante e dissetante, che apporta vitamine e antiossidanti in grandi quantità.

La frutta di stagione del Lazio riesce a soddisfare tutti i gusti e le esigenze, offrendo anche l’opportunità di giocare con sapori diversi e preparare ottimi dolci, ma anche macedonie, marmellate e succhi.

2 barattoli di confettura di ciliegie e albicocche
Confettura La Cerra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto